Comunicati

COMUNICATO – “Io vado in bici”: Accpi e FCI dettano consigli utili per la ripartenza in bici

Alberto (Presidente Team Ciclocolor ASD) di ritorno dal lavoro in bici

COMUNICATO – Fonte: ACCPIFCI . Grazie!

In vista di lunedì prossimo 4 maggio quando si potrà tornare a pedalare all’aperto con le dovute cautele e obblighi, L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani ha diffuso un comunicato costituito da dieci preziosi consigli per tutti gli amanti delle due ruote. Nel mondo dei social vale l’hashtag #iovadoinbici promosso direttamente dalla Federazione Ciclistica Italiana e ACCPI.

I professionisti italiani si sono riuniti virtualmente durante il Consiglio Direttivo dell’ACCPI per aggiornarsi e confrontarsi; hanno dunque descritto dei punti essenziali in vista della ripresa degli allenamenti, grazie alla possibilità di uscire, in seguito all’ultimo Dpcm; tutti gli amanti della bici , cicloamatori e agonisti ritorneranno a spingere sui pedali con il vento in faccia e ci si augura di farlo in piena sicurezza personale e altrui.

Sarà dunque possibile svolgere attività a livello amatoriale individualmente e all’interno dei confini della propria regione, a patto che non ci siano restrizioni imposte dai singoli governatori regionali. Gli enti raccomandano che il certificato medico di idoneità sportiva sia valido e di uscire proteggendosi con guanti e mascherina da usare nelle aree comuni.

I portacolori azzurri e la Federazione puntano molto sulla ripresa dell’Italia utilizzando la bici: dalle citybike alle bici da corsa, dai più piccoli fino agli anziani, tutti dovremmo utilizzare il più possibile le biciclette come mezzo di trasporto per andare a lavorare, uscire a fare la spesa, passeggiare al parco e allenarsi per svariati chilometri. Prediligere uscite solitarie o con il proprio nucleo familiare evitando assembramenti o formando gruppi escludendo l’attività in parchi o strade solitamente affollati. Manteniamo la distanza minima sia per le attività motorie che sportive adottando contemporaneamente buonsenso e protezioni personali; non gettiamo rifiuti a destra e a manca e portiamo rispetto per l’ambiente che ci ospita.

Passo per passo, non pensando da soli individui ma come membri di una società che deve migliorarsi , riprenderemo una vita normale con tutte le nostre abitudini quotidiane.

 

Lascia un commento