ARTICOLO – Valentina De Pizzol: superare i propri limiti – Veneto

288
Valentina De Pizzol Team Polyglass Fausto Coppi

Slide Slide Slide

ARTICOLO – Fonte: Edi Tempestin. Grazie!

Valentina De Pizzol: superare i propri limiti

Da quando il ciclismo è la tua passione ?

«Dal 2007, avevo 24 anni, mi hanno consigliato di prendere  una bicicletta per mantenermi in forma  ( eh si ero generosa nelle forme ☺ ), è stata la mia fortuna, immediatamente mi sono appassionata alle due ruote e mi sono tesserata con la squadra di casa: il Bike Tribe Salgareda, con loro ho corso per 3 anni facendo le prime gare in mtb. Qualche anno dopo sono nati i miei due amatissimi bimbi Francesco e Pietro che ora hanno 8 e 7 anni, sono loro i miei primi fans,  mi seguono ovunque cercando in tutti i modi di rendersi utili, a loro cerco di trasmettere questa passione che include sacrificio ma che da’ anche molte soddisfazioni ».

Dove hai trovato la voglia di ricominciare ?

«L’anno scorso mi sono tesserata con la Body Evidence di Vittorio Veneto per rimettermi in gioco e sono arrivate le prime soddisfazioni, è stato l’amico Michele Manzan  a  chiedermi di entrare nel Gruppo Fausto Coppi Polyglass di Ponte di Piave e devo dire che ho trovato un bel ambiente, per questo ho deciso di rimanere anche per il 2022 nonostante le numerose proposte da parte di altri Club »

Famiglia, lavoro, bici, come riesci a conciliare tutto ?

«Nella preparazione invernale, ho deciso di darmi degli obiettivi, cercare di fare una stagione al meglio e vedere cosa riuscivo a portare a casa, ho iniziato con qualche allenamento piu’ mirato ritagliandomi tempi in orari assurdi: la sera e al mattino all’alba (d’estate sono le ore piu’ belle per allenarsi). Non avendo nessuna esperienza in materia, ho accettato tutti i consigli che i “veterani” della bici ben volentieri mi hanno dato, ho cercato di far tesoro di ogni loro consiglio e di metterlo in campo al meglio. Tutto e’ stato ripagato perche’ ho iniziato fin dalle prime gare ad essere sempre tra le prime arrivate, anche nei circuiti che ho corso mi sono tolta delle belle soddisfazioni piazzandomi bene con atlete che corrono in bici da una vita ».

La vittoria più bella ?

« Nel 2021 Ho vinto il “circuito Maglia Nera mediofondo Pinarello”, il “Criterium Veneto mediofondo” il Campionato provinciale ciclocross, diverse Granfondo con numerose gare in circuito, ma la vittoria piu’ bella della stagione e’ senza dubbio la Granfondo di Asolo, per me’ un’emozione indescrivibile ».

Progetti per il 2022 ?

« Non mancheranno le Granfondo (adatte alle mie caratteristiche) e qualche circuito vicino a casa, questo sport mi ha insegnato ad ottimizzare i tempi e affrontare i miei limiti, pedalare all’aria aperta riesce sempre a darmi energia  positiva».

Edi Tempestin

 

Slide Slide Slide