Comunicati

21-03-2019 COMUNICATO – … a tutto gas verso la “Granfondo di Fara in Sabina” a Passo Corese (RI) – Lazio

La partenza della Gran Fondo Far in Sabina 2018.

COMUNICATO – Fonte: Pedalatium 2019. Grazie!

PEDALATIUM 2019

31 MARZO 2019: A TUTTO GAS VERSO FARA IN SABINA

A RUOTA LA GRANFONO DI CASSINO CON I SUOI PAESAGGI MOZZAFIATO

Dopo la partenza con il botto targata ASD Vetralla Ciclismo con l’ottimo risultato della prima edizione della Medio Fondo Il Colonnello, è la volta di una delle manifestazioni più blasonate del centro Italia, la Gran Fondo Internazionale Fara in Sabina, che il 31 marzo a Passo Corese celebrerà la sua 14° Edizione.

Ed è ancora ciclismo di qualità quello che andrà in scena a Passo Corese il 31 marzo e porta la firma dell’ASD Pedala Piano, una garanzia dal profilo organizzativo, con la preziosa collaborazione dell’Amministrazione locale. Ed è proprio dalla viva voce di Paolo Imperatori che scopriamo le prime indiscrezioni sulla manifestazione reatina:

In numerosi tratti del percorso di gara il manto stradale è stato rifatto di recente e proprio in questi giorni verranno portati a termine alcuni lavori di manutenzione e di ripristino, grazie all’intervento delle amministrazioni locali e della Provincia. Questo è già un gran bel risultato. La consegna del materiale e dei pacchi gara verrà effettuata presso il Villaggio, che diventa quartier generale, partenza e arrivo della gara. Abbiamo inoltre previsto un nuovo spazio dedicato alle interviste, un salottino dove raccogliere a caldo le impressioni e i commenti dei protagonisti. Gli standard qualitativi saranno sempre alti, volti a confermare quanto di buono è stato fatto nelle ultime edizioni e siamo pronti per fare il salto di qualità che cercheremo di portare a casa in occasione della 15° edizione 2020”.

Se chiediamo a Paolo qual è la sua ricetta per mettere in campo una manifestazione di successo, la risposta è chiara: “Assistenza sanitaria, copertura incroci e direzione corsa sono i tre pilastri fondamentali di una gara seria che si traducono in un unico, insindacabile concetto: la sicurezza dei partecipanti.  La sinergia con ACSI sta dando i suoi risultati, ma, come ci eravamo detti un paio di anni fa, per il 2020 si verificherà la bontà delle scelte fatte”.

E, chiamando in causa Acsi, chiediamo un parere anche al suo rappresentante nazionale, Emiliano Borgna, da sempre a fianco del Pedalatium: “La prima prova è andata bene, la partecipazione è stata infatti molto buona. Le aspettative erano tante anche perché si trattava dell’apertura di un circuito che si è profondamente rinnovato e di questo posso ritenermi molto soddisfatto. A tutti i partecipanti alle prossime gare, Acsi ricorda di divertirsi in sicurezza, troppo spesso si assiste a manovre pericolose da parte dei ciclisti che dovrebbero imparare a godersi di più i territori e le bellezze paesaggistiche che li circondano”.

Tornando alla gara, tre i percorsi messi in campo: il Cicloturistico, lungo 36 km con un dislivello di 600mt, il medio fondo di 84 km e un dislivello di 1450 mt e la gran fondo, che metterà a dura prova i temerari della sella, 122 km di fuoco e fiamme, con ben 2100 mt di dislivello.

Si ringraziano anticipatamente tutti i Comuni attraversati dalla gara per la loro fondamentale collaborazione: Fara in Sabina, Castelnuovo di Farfa, Poggio Nativo, Frasso Sabino, Poggio Moiano, Castel di Tora, Colle di Tora, Ascrea, Rocca Sinibalda, Torricella Sabina, Monteleone Sabino, Casaprota, Montenero Sabino, Mompeo, Salisano, Poggio Mirteto, Montopoli di Sabina, Montelibretti.

Il fascino di Cassino e il cambio data strategico

Il 14 aprile sarà la volta di un’altra attesissima conferma del Circuito laziale, la Gran Fondo Città di Cassino che sceglie una nuova data per consentire a tutti i partecipanti di godersi uno dei territori più affascinanti e carichi di storia con il clima giusto. Anche per questa tappa tre i percorsi proposti, uno cicloturistico da 43 km e 550mt di dislivello, un medio fondo da 106,500 e 1900 mt di dislivello e la gran fondo, che, con i suoi 117,600 km di lunghezza e un dislivello di ben 2300 mt, accontenterà tutti gli scalatori, anche i più esigenti. Il manto stradale eccellente e l’assoluta mancanza di traffico e smog saranno di grande sollievo alla fatica dell’impresa sportiva e, insieme ai panorami mozzafiato, costituiscono uno dei punti di forza della manifestazione che porta la firma della A.CI.LA.M capitanata da Carmelo Geremia Palombo.

Per informazioni sulla Gran Fondo Fara in Sabina: https://www.pedalatium.com/g-f-fara-sabina

Per informazioni sulla Gran Fondo Cassino: https://www.pedalatium.com/g-f-cassino

Si ricorda che tutti gli aggiornamenti del circuito sono consultabili sul sito ufficiale: www.pedalatium.com e sulla pagina facebook: https://www.facebook.com/pedalatium/?ref=bookmarks

Calendario completo:

Granfondo Vetralla 3 marzo 2019
Granfondo Fara in Sabina 31 marzo 2019
Granfondo Cassino 14 aprile 2019
Granfondo Cantalice 1 maggio 2019
Granfondo Latina 9 giugno 2019
Granfondo Anagni 30 giugno 2019
Granfondo Subiaco 1 settembre 2019

Comunicato stampa a cura di:
Ufficio Stampa
PEDALATIUM 2019
www.pedalatium.com

 

Lascia un commento