18-09-2021 ACSI – Articolo e Classifica Strada ”Campionato Regionale Piemonte” a Pancalieri (TO) – Piemonte

768
Fissore del Team Bike Pancalieri vince gara giovani (© Finotto)

Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide

CLASSIFICA Fonte: Finotto Giuseppe – ACSI Piemonte.
ARTICOLO
Fonte: Guido Ragazzini.
FOTO
Link: Album FB Zuliani .

Campionato Piemontese Strada 1ª serie

Al “11° G.P. Chialva Menta” vincono: Fissore, Mazza, Carlevero, Agù, Fantini, Alberto, Grappeja, Alparone e Malvestio
Danilo Fissore smentisce il proverbio“nemo propheta in patria”

Pancalieri (To), 18 settembre 2021. In una giornata settembrina, ancorché calda, ci si ritrovava in parecchi nel bel paese di Pancalieri per disputare quella è divenuta meritatamente una “classica” del ciclismo amatoriale piemontese – e ciò è stato reso possibile dallo strenuo prodigarsi della società ospitante, il “Team Bike Pancalieri, organizzatori, giudici di gara e staff” -, nonché prova valevole per l’assegnazione della maglia di Campione Regionale ACSI.

Una nota di merito all’idea di Giuseppe Finotto, neopresidente della summenzionata società che si è “inventato” un percorso vario e “tecnico” passante per il centro di Pancalieri, ottimamente sorvegliato da sgradite e pericolose “intrusioni” grazie ai Vigili Urbani e al tanto personale di servizio dislocato a ogni incrocio.

Veniamo allo specifico delle due partenze, principiando, come di consueto, da quella dei giovani: era solamente all’inizio della seconda tornata del percorso che qualcosa si muoveva grazie ad un’accelerazione di Dracone (Vigor Redmount) prontamente seguito da uno degli alfieri di casa, Danilo Fissore (Team Bike Pancalieri), “figlio d’arte” di Sergio che ritroveremo nella seconda partenza, cui lesti si accodavano Terroni (Bici Store Carcare) e Agù (Cicli Castagnone).

Il quartetto, senza tentennamenti di sorta, filava di comune accordo fino a che, a terzultimo giro, era raggiunto dal potente passista Carlevero (Team Bike Pancalieri) insieme a Criscione (OM.CC.) e altri due corridori non meglio identificati e con i quali ci scusiamo per questo.

Si formava quindi un drappello di avanguardisti composto da otto unità che pedalava convinto che l’azione fosse “quella buona”.

Tuttavia coloro che si sentivano battuti in caso di arrivo in volata non ci stavano ed era Carlevero “ad aprire per primo le danze” tentando un allungo risolutore, allungo che era annullato a soli tre chilometri dall’arrivo dall’inseguimento degli originari componenti la fuga. Cosa che favoriva il veloce Fissore, che faceva prevalere il proprio spunto di velocità aggiudicandosi così meritatamente la prima piazza su Criscione, Terroni e Carlevero, nell’ordine.

Nel frattempo la corsa, nelle retrovie, si era infiammata in ragione dei ripetuti attacchi di Gallo (Team Coplan Ballan) e Cuaz (Cicli Lucchini), prontamente stoppati dal “Team Bike Pancalieri” decisi a proteggere la fuga dei compagni in avanscoperta.

I vari attacchi facevano sì che, nel corso dell’ultimo giro, ad avvantaggiarsi sul plotone fossero Mostaccioli (Team Bike Pancalieri), indiscusso protagonista della stagione 2021, unitamente a Magliotto (Bici Store Carcare), che giungevano in quest’ordine a poca distanza dal gruppetto dei fuggitivi, cogliendo così quinta e sesta piazza.

A poca distanza – il frazionamento del gruppo ci suggerisce della durezza degli ultimi chilometri di corsa -, giungevano Dracone e Agù, rispettivamente 7° e 8°.

La volata per entrare nei dieci era appannaggio del sempre veloce Altare (Sanetti) su Malvestio (Bassotoce).

Ben diverso l’andamento della seconda partenza che, poco dopo il via e in modo del tutto fortuito, vedeva il formarsi di una fuga composta da una ventina di corridori che procedeva, proprio per il cospicuo numero di partecipanti a essa, senza troppa convinzione; cosa questa che favoriva infine un ulteriore frazionamento che proiettava in avanscoperta un drappello di quattordici unità.

La velocità modesta del gruppetto fuggitivo permetteva il rientro di un paio di corridori, Grappeja (Team Bike Pancalieri) e Riva (Roero Speed Bike).

Il continuo “rimescolamento delle carte” proiettava in avanscoperta solitaria, all’ennesima progressione, il coraggioso Stocchino (Norauto Midas) cui, dopo un inseguimento protrattosi per qualche chilometro, nel corso dell’ultimo giro, si agganciavano in tre, Mancini (ASD Asnaghi Cucine) e Alberto (Bassotoce).

Si costituiva quindi un quartetto ben intenzionato ad andare all’arrivo e ognuno dei componenti deciso a giocarsi le proprie chance di vittoria.

Il primo a rompere gli indugi per tentare il colpo risolutore era Stocchino, che a tre chilometri dall’arrivo, si lanciava nuovamente all’attacco insieme a Mancini ma, Alberto, conscio del proprio spunto veloce “ cuciva” sul duo di testa fino a saltare i propri compagni di fuga, Mancini e Stocchino, nell’ordine sulla linea di arrivo, conseguendo così il doppio successo, cioè la maglia di Campione Regionale ACSI e la prima piazza.  Staccato di una cinquantina di metri, tagliava il traguardo anche Grappeja.

Alberto Cristiano della Bassotoce vince gara over (© Finotto)

Mentre nel drappello di testa si giocavano la vittoria, dal gruppo, sui faticosi falsipiani che precedono l’ingresso in Pancalieri, era evaso in azione solitaria Ferrero (ASD Team Perini Bike) – egli andrà a rinforzare la già forte compagine della “Norauto Midas” per il 2022 -, che non era più ripreso e conquistava così la quinta posizione.

A un paio di chilometri dall’arrivo, già all’interno del “toboga” delle vie di Pancalieri, era Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine) a portarsi in testa, trascinando con sé il già sopra ricordato Riva e Manzone (Bassotoce), ma l’alfiere delle “Roero Speed Bike” era lesto all’ultima curva a rilanciare staccando i due, conseguendo così la sesta posizione.

A completare la “rosa dei dieci” erano, rispettivamente, il veloce ligure Sciandra (Centro Edile Pedale Imperia) e Lentini (Progetto Ciclismo Santena), seguiti dai superstiti della fuga originaria.

pancalieri-180921.pdf

Le corpose premiazioni, officiate dal “Team Bike Pancalieri” al gran completo, squadre e dirigenti, organizzatori, giudici di gara, staff motociclistico e di servizio, avvenivano nel consueto clima divertito, culminando nell’assegnazione delle ambite maglie di Campione Regionale ACSI e così distribuite per categorie:

  • Junior: Danilo Fissore (Team Bike Pancalieri) To
  • Senior 1: Andrea Mazza (Team Bike Pancalieri) Cn
  • Senior 2: Franco Carlevero Denis (Team Bike Pancalieri) Cn
  • Veterani 1: Alessandro Agù (Cicli Castagnone) To
  • Veterani 2: Cristiano Fantini (Roracco) Cn
  • Gentleman 1: Cristiano Alberto (Bassotoce) Vb
  • Gentleman 2: Massimo Grappeja (Team Bike Pancalieri) To
  • Supergentleman A: Claudio Alparone (Ciclo Polonghera) Cn
  • Supergentleman B: Tiziano Malvestio (Bassotoce) Vb

Le maglie dei Campioni Lombardi ACSI Strada 2021

Per le statistiche osserviamo che quattro maglie sono andate a Cuneo, tre a Torino e due a Verbania. In particolare il Team Bike Pancalieri, affiliato sia a Torino che a Cuneo, ne ha vinte quattro (due per provincia e comitato). Due sono state vinte anche dal Bassotoce mentre le restanti tre sono andate al Cicli Castagnone, Roracco e Ciclo Polonghera.





Slide



Slide



Slide



Slide