Comunicati Media

04-07-2019 UISP – Torna Monghidoro il 07/07/2019 – Emilia-Romagna

Appena giunta in redazione, si torna per recuperare la tappa di Monghidoro che era in calendario in maggio ma rinviata a causa di problemi legati al maltempo.

Ebbene eccoci di nuovo qui con il Criterium UISP dedicato alle MTB

Monghidoro, terra di confine tra lo Stato Pontificio e il Granducato di Toscana diventa la quarta tappa.

Il 07/07/2019in Emilia in questo che fu definito “Crocevia dell’Europa”, nel corso dei secoli è stato un luogo di passaggio obbligatorio tra la pianura padana e l’Italia centrale e nella data indicata diverrà uno snodo da percorrere con le fide ruote grasse.

Area di interesse naturalistico, si estende in una vasta porzione del territorio comunale sconfinando fino nella vicina Toscana con una altitudine compresa tra gli 800 ed i 1290 metri di Monte Oggioli, il punto più alto dell’area.
Sarete in grado di conquistarne la vetta ?

Lanciata la sfida veniamo al contenuto tecnico, due percorsi previsti modificati rispetto alla precedente data:

  • Corto di Km 20 con dislivello di 800 mt;
  • Lungo di Km 29 con dislivello di 1300 mt.

Bike oppure E-bike a voi la scelta, dal centro del paese di Monghidoro sui sentieri per poi rientrare a godere del pasta party finale.

Docce e lavaggio bici i servizi offerti.

Ecco il VOLANTINO

Abbiamo suggestioni per chi non pedala.
Per quasi 800 anni il paese di Monghidoro, conosciuto anche come “Scaricalasino” è stato un passaggio obbligatorio tra la Pianura padana e l’Italia centrale. Questo paese sulle montagne dell’Appennino bolognese, posto a metà strada fra Bologna e Firenze, nel corso dei secoli fu attraversato da mercanti, condottieri, principi, papi, imperatori, letterati, scienziati e avventurieri, che spesso sostavano nelle locande del paese o erano ospiti nell’abbazia di San Michele ad Alpes.
Per quasi tre secoli luogo importante di riferimento religioso, amministrativo e sociale.

Per quasi tre secoli questo luogo fu un importante riferimento religioso, amministrativo e sociale. Al suo interno furono ospitati dai monaci insigni personaggi (principi, re, papi, ambasciatori e letterati) che si trovavano a passare lungo l’importante arteria stradale che unisce la Pianura padana alla Toscana.

Maggiori informazioni

Per quasi tre secoli questo luogo fu un importante riferimento religioso, amministrativo e sociale. Al suo interno furono ospitati dai monaci insigni personaggi (principi, re, papi, ambasciatori e letterati) che si trovavano a passare lungo l’importante arteria stradale che unisce la Pianura padana alla Toscana.

Il Museo della Civiltà Contadina dell’Appennino, si trova in località Piamaggio, a soli 3 Km da Monghidoro, percorrendo la strada della Futa.
E per i bimbi, fuori o dentro… Triton’s Park Adventures
Un parco immerso nel verde che propone sette percorsi, due baby, riservati ai bambini, e cinque per adulti, un pò più complicati. Ponti fatti di sole corde sospese a mezz’aria, liane.. insomma per aspiranti Tarzan

Per chi avesse necessità organizzative, di pernottamento e di soggiorno si può contattare l’Ufficio di Informazione ed Accoglienza Turistica.
Comunque potete vedere DOVE DORMIRE  a questo allegato
Gli operatori saranno al Vostro servizio per aiutarvi ed informare sulle opportunità del territorio.

Telefono: 331.4430004 – iat@monghidoro.eu

Per Ciclocolor
(R.B.)

Lascia un commento