Comunicati Media

01-04-2019 UISP – Due percorsi per la “Subasio Epyc” del 28 aprile- Umbria

COMUNICATO – Fonte: Roberto Babini . Grazie!

01/04/2019 No, non è un pesce d’Aprile chiedervi: Quanto vi sentite Epyc ? Poco meno di un mese ci separa dalla Subasio Epyc, il 28 aprile ci porta alla seconda prova del Criterium UISP Ciclismo dedicato alle MTB Parco regionale del Monte Subasio e mountain bike, un bel binomio per percorrere i sentieri, i single track e gli scorsi paesaggistici pronti per non deludere le aspettative di giornata. Due i percorsi proposti:

Entrambi affronteranno i sentieri del CAI del Subasio, raggiungendo punti suggestivi della zona, con panorami che variano su tutta la valle umbra e viste che raggiungono Spello, Assisi e Montefalco. Tra i punti di maggiore interesse ci saranno L’acquedotto Romano, le torri di Properzio, Collepino, la Spella e diversi borghi montani del monte Subasio. Al di là della gara, che vedrà l’impegno dell’associazione “IL PEDALE SPELLANO”, si vuole creare l’opportunità di rendere permanentemente fruibile questo patrimonio di attrattiva turistico – sportiva rimasto per anni inespresso ed è un idea che nasce da un gruppo di ragazzi che amano il territorio del parco regionale del Monte Subasio, ed ovviamente la mountain bike, che ogni giorno, sia nella stagione estiva che nei periodi più freddi – attratti dalla possibilità di visitare e ripercorrere i sentieri, i single track e gli scorsi paesaggistici – vivono in pieno la “loro” montagna. Ma che può essere anche vostra Questo il VOLANTINO Poi il SITO WEB Sono attive le iscrizioni ON LINE Parliamo, per un momento, anche di chi non ha desiderio di pedalare poichè Spello è un borgo incantevole da visitare tutto l’anno, difatti fa parte dei Borghi più Belli d’Italia. Tra vicoli e scorci unici, immergiti nella sua atmosfera pronto a viverne le bellezze. Nella sua parte più bassa, Spello è ancora cinta dalle Mura Romane ben conservate, nelle quali si aprono tre porte: sulla Via Roma, la Porta Urbica e, sulla Piazza del Mercato, la grandiosa Porta Consolare, del I sec. a. Cristo. La terza porta, chiamata Porta Venere, presenta due belle torri a base dodecagonale, le caratteristiche Torri di Properzio. La Chiesa di Santa Maria Maggiore, con la famosa Cappella Baglioni con il pavimento maiolicato di Deruta e gli affreschi del Pinturicchio che sono considerati la sua migliore produzione ed il suo autoritratto. Ma ci sono anche spunti escursionistici, il Parco del Subasio si presta anche alla passeggiata con tanti percorsi. Insomma tanti elementi per una bella giornata. Per Ciclocolor (R.B.)

Lascia un commento