2017-05-05 ARTICOLO - Il funambolico S. Temperato “vola” a Brentonico, fine giugno l'impresa dello Zoncolan

rubrica minaturaARTICOLO - A cura di: Livio Fornasiero .Grazie! 
 
Brentonico (TN). Il ciclista di Campese di Bassano del Grappa, mette a segno un nuovo record alla 7 - IMPENNATA MORI - BRENTONICO 29-04-2017 006cronoscalata di Mori. E’ stato un altro successo quello portato a termine sabato scorso alla Cronoscalata Mori – Brentonico, in provincia di Trento dal bassanese Simone Temperato. Erano 100 atleti al via per questa 26esima edizione organizzata dell' A.S.D Trentino Bike che li ha visti impegnati lungo i 7,7 chilometri di tracciato con pendenza media variabile dal 5 all' 8 %. Una corsa contro il tempo dove si sono sfidati tra i migliori grimpeur del trentino. Ad aprire le “danze” ci ha pensato il “Magico Tempe” Simone Temperato che, come suo solito, ha dato spettacolo salendo fino a Brentonico con la bici da corsa priva di ruota anteriore.
Già protagonista in altre due precedenti edizioni, rispettivamente nel 2009 e nel 2011, Simone ha 7 - IMPENNATA MORI - BRENTONICO 29-04-2017 003testato la sua preparazione in vista anche dei prossimi suoi appuntamenti del 2017. Grande risultato alla fine della gara il suo: 30 minuti e 31 secondi, e una media superiore ai 15 Km/h, lasciandosi alle spalle anche alcuni ciclisti che invece di ruote ne avevano due! Intanto fremono i preparativi per uno dei suoi singolari show al prossimo Giro d’Italia. Sarà nella salita Valstagna – Foza che Simone anticiperà il passaggio dei corridori e dove si potrà vedere un’altra delle sue magie in bicicletta, mentre lo Zoncolan appuntamento per sabato 24 giugno. “Sto preparando da mesi l’impresa più difficile di sempre” ha 7 - IMPENNATA MORI - BRENTONICO 29-04-2017 001dichiarato, “una sfida senza precedenti su quella che è considerata una delle salite più dure d’Europa. Il Kaiser (il Mostro) così lo chiamano da quelle parti, è una ascesa durissima, che già a fare con una bicicletta normale si rischia di mettere piede a terra per le sue pendenze estreme che in alcuni tratti superano il 22 per cento. Già ero riuscito a vincere la sfida nel 2007 con una bici da corsa normale ma salendo con una sola ruota, poi ci sono ritornato qualche anno più tardi, nel 2011, per affrontarlo in salita e discesa con mountain bike senza ruota e forcella, a giugno proverò a salire togliendo alla bici da corsa ruota forcella e anche manubrio alzando ancora di più il livello di difficoltà, sarà difficilissimo mantenere l’equilibrio con questa bici, voglio provarci per dimostrare che niente è impossibile!”
Livio Fornasiero

0 commenti:

Posta un commento

Per scrivere un commento è necessario avere un Account registrato.
Non sono più consentiti commenti anonimi.
I commenti NON DEVONO essere offensivi. Grazie!