2017-03-12 CSAIN - Strada “23° GP d’Apertura CSAIN FVG” a Tricesimo (UD) - Friuli

CLASSIFICA e CRONACA- Fonte: CSAIn FVG - Marco Piva . Foto: paolosant.it .Grazie!
Tarlao A. 1° assoluto Tarlao R. 1° assoluto Atleti premiati Atleti premiati
Arrivo Andrea Tarlao Arrivo Riccardo Tarlao IMG_5936 IMG_5933
Tricesimo - Giornata ideale per la prima cosa su strada targata CSAIn Friuli Venezia Giulia. Sono ben 162 i partenti per la classica di inizio anno che annovera ai nastri di partenza l'iridato Gianmarco Agostini, il plurivincitori
della gara di Adorgnano, Gava e Riccardo Tarlao oltre al “figlio d’arte” Andrea in forza al GS Fiamme Azzurre. Corridori suddivisi in due fasce con Junior, Senior e Veterani nel primo, Gentlemen e Supergentlemen nel secondo. Al primo dei sei passaggi sotto lo striscione d’arrivo, primo gruppo compatto con Visintin (Zuliani) a fare l'andatura e qualche corridore già staccato. Anche nel secondo gruppo in gara, l'andatura è buona e il plotone transita a pieno organico completando l’anello di 11 km con pochi secondi di ritardo rispetto ai “giovani”. Media ben oltre i 40 orari anche al secondo passaggio e gruppo allungatissimo. In seconda fascia si susseguono i tentativi di fuga prontamente ricuciti dal resto del plotone, fino al terzo giro quando la fuga buona si sgancia grazie all’azione di un drappello di corridori che si presenta all’arrivo per giocarsi la vittoria allo sprint. Le ruote veloci sono, ancora una volta, quelle di Riccardo Tarlao che si con; tra loro Ivan Zardello (Spezzotto) e Marco Toniutti (Chiarcosso), che però vengono riassorbiti dal gruppo. La volante sembra ormai scontata ma a nel finale lo spunto vincente è quello di Andrea Tarlao che anticipa il gruppo chiudendo in 1 ora 38' e 07'' alla media di 40.360 km/h, relegando Gianmarco Agostini (Stocchetti) e Pietro Buso (Team Lenox) rispettivamente  al secondo e terzo posto. Il GP d’apertura si è rivelato un’affare di famiglia, ma va sottolineato il grande agonismo in tutte le categorie partecipanti, e la bella vittoria del Team austriaco Arbo Asko di Thomas Whestermayer. Nutrita come di consueto la schiera di corridori stranieri, impreziosita da alcuni atleti serbi in forza al Partizan di Belgrado.

0 commenti:

Posta un commento

Per scrivere un commento è necessario avere un Account registrato.
Non sono più consentiti commenti anonimi.
I commenti NON DEVONO essere offensivi. Grazie!